Powered by Invision Power Board


<% MEMBERBAR %>
Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Serie Senza Titolo By Isa, il primo soggetto
 
isametal88
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 09:44
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



Posto qui le due righe che ho scritto sul primo soggetto... E'molto generico ed incompleto, è proprio una bozza, anche perchè se pensassi a tutto io perderebbe di senso quello che stiamo facendo... leggetelo, dite cosa ne pensate e cosa aggiungereste (togliereste niente perchè è poco)...

Titolo : <Nome Protagonista> / "My Boring Day" (il primo titolo a cui avevo pensato)

Il protagonista è un tipo ciccione, sfaticato, con un sacco di problemi: beve, fuma, e via dicendo.
All’inizio lo vediamo in una sua giornata tipo al lavoro (impiegato, giusto per sfruttare un clichè), che tratta tutti malissimo.
Si scopre poi che il suo comportamento è dovuto ad un suo particolare potere: ogni mattina, da quando è nato, si sveglia in una dimensione diversa, in cui il mondo che lo circonda presenta differenze a volte marginali a volte insopportabili. Ha una rete di amici e conoscenti (vicini di casa, colleghi), che si comportano diversamente con lui in base alla realtà in cui si trova. Questa mancanza di stabilità lo porta a faticare ad avere una relazione stabile, e soprattutto la certezza di annullare con ogni risveglio i fatti del giorno prima lo porta ad avere un interesse molto relativo verso le regole.
Qui serve qualcosa per riempire lo spazio.
Passano quattro o cinque episodi e alla fine dell’ultimo Joe (giusto per dargli un nome, poi ci si pensa meglio) si sveglia in una stanza collegato ad una grossa macchina e al risveglio si vede profondamente diverso e magro. Esce dalla stanza e trova ad accoglierlo il suo gruppo di amici. Si scopre che tutto ciò che ha vissuto fino a quel momento era un allenamento virtuale alla Matrix, e che in realtà si trova nell’anno 3579 (eh che fantasia?).
Il vero potere di viaggiare glielo danno adesso, e il suo compito è quello di … bisogna pensarci...

Dite tutto quello che volete...
PMEmail Poster
Top
 
Giuffre
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 12:39
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 1
Utente Nr.: 6
Iscritto il: 29-Ott-2008



Eh io per esempio al posto del risveglio con una macchina da allenamento alla matrix, metterei un risveglio da un coma, in modo che le storia del personaggio si svolge in un mondo che noi nn possiamo conoscere e qnd ci può essere maggiore spazio alla fantasia e ad eventuali messaggi! : :ph34r:
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
-TK-
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 14:39
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



Il problema è che costruendo la serie in qusto modo si rischia di avere un grosso stacco tra i primi episodi in cui il protagonista ha un determinato carattere/comportamento e i seguenti in cui invece l'ambientazione e il carattere del protagonista cambiano drasticamente.

E' una cosa che si nota in certi manga (che cambiano genere per vendere di piu') e di solito dà molto fastidio.

Perlomeno questa è la mia idea.

Cmq perchè invece di aspettare il risveglio della mattina dopo non poviamo a rendere il cambio di dimensione un momento culminante degli eventuali episodi? Per esempio potremmo fare in modo che per cambiare dimensione debba trovare ed uccidere una determinata persona (magari sempre la stessa, spiegando poi l perchè qualche puntata dopo).

Questo per altro permetterebbe di rendere una eventuale prima puntata piu' accattivante. Invece di rivelare tramite un discorso o un pensiero la condizione del protagonista lo si presenta mentre si alza svogliato dal lavoro (con tutti i vizie i problemi che hai messo tu) e si fa la sua giornata giocando ai videogiochi sul lavoro e cazzeggiando... fino a quando un fattorino non lascia un pacco sulla scrivania di un suo collega, lui lo gira, lo vede, afferra un paio di forbici e gliele infila nell'occhio.

L'idea non è originalissima (non prendertela isa... lo sai meglio tu di me :P ), per cui molto dipende dalla qualità dei dialoghi che pensiamo di essere in grado di mettere in piedi.
PMEmail Poster
Top
 
isametal88
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 18:10
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



so perfettamente che l'idea non è originalissima, ma le due cose che contestate hanno due buone (secondo me) motivazioni:

1) il cambio di tono: beh è voluto... avevo intenzione di lasciarlo per fine stagione a dire il vero, dove si starebbe forse meglio, ma serve comunque materiale per riempire la serie ( a tuttora, non saprei come strutturarla e effettivamente di cosa parlare)

2) riguardo al momento del cambio di dimensione: la scelta che ho fatto è per un semplice motivo: non voglio scopiazzare (troppo)
in concreto, in "Tru Calling" la protagonista Tru tornava indietro nel tempo fino al suo risveglio ogni volta che veniva a contatto con qualcuno che era stato ucciso, in modo di impedirlo
in "Journeyman" (bella serie che hanno purtroppo chiuso come Tru Calling) il protagonista ha in momenti casuali dei flash che lo portano parecchio indietro nel tempo, anche di decenni, in modo di cambiare la sorte di certe persone che nel futuro morirebbero (sembra più o meno la stessa cosa ma se aveste visto le serie capireste che di differenze ce ne sono )
La scelta di scegliere ogni mattino, da sempre, il momento del cambio dimensioanle è per rendere secondo me più realistica, e anche più tragica, la situazione del protagonista: non scopre tutto d'un tratto di avere dei poteri, ma è costretto a convivere con questa scomoda esistenza da sempre.
Pure io farei partire il pilota al risveglio, facendo vedere una sua giornata normale, in cui in fondo non succede niente, lo farei andare a letto per poi svegliarsi in un mondo modificato...
Il comportamento del protagonista non cambierebbe con il cambio di ambientazione (su questo giocherei molto), ma semplicemente cambierei ciò che gli sta intorno.
Vi faccio un esempio con un'altra serie tv inglese, che immagino non abbia visto nessuno ma che vi consiglio di recuperare: "Primeval"
I protagonisti di questa serie sono un gruppo di archeologi, che scopre una serie di fenomeni fisici denominate anomalie che sono in concreto dei portali temporali. Da questi portali escono dinosauri, creature del futuro e così via. Tutta la prima serie ha un certo tono, il gruppo dei protagonisti lavora in università e va per conto del governo a cercare queste anomalie e a risolvere i problemi, tipo rimandare indietro i dinosauri.
Alla fine della prima serie il protagonista però di ritorno da un viaggio si trova in un mondo molto simile al suo ma con una differenza notevole: l'agenzia per cui lavora è adesso un ipertecnologico centro di ricerca anomalie pagato dal governo, e la donan che ama ha un altra identità (cioè aspetto uguale ma è in tutto e per tutto un'altra persona). La seconda serie parte da qua: semplicemente fa le stesse cosa ma con più mezzi, cercando nel frattempo di capire cosa è successo alla sua realtà.
L'idea più o meno sarebbe quello di fare una cosa del genere...
PMEmail Poster
Top
 
-TK-
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 18:50
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



QUOTE

1) il cambio di tono: beh è voluto... avevo intenzione di lasciarlo per fine stagione a dire il vero, dove si starebbe forse meglio, ma serve comunque materiale per riempire la serie ( a tuttora, non saprei come strutturarla e effettivamente di cosa parlare)


Capisco. Conosci altre serie in cui questo viene fatto? Come è la resa su video? La mia esperienza si limita pultroppo solo a qualche fumetto di nipponica origine.

QUOTE
2) riguardo al momento del cambio di dimensione: la scelta che ho fatto è per un semplice motivo: non voglio scopiazzare (troppo)
in concreto, in "Tru Calling" la protagonista Tru tornava indietro nel tempo fino al suo risveglio ogni volta che veniva a contatto con qualcuno che era stato ucciso, in modo di impedirlo
in "Journeyman" (bella serie che hanno purtroppo chiuso come Tru Calling) il protagonista ha in momenti casuali dei flash che lo portano parecchio indietro nel tempo, anche di decenni, in modo di cambiare la sorte di certe persone che nel futuro morirebbero (sembra più o meno la stessa cosa ma se aveste visto le serie capireste che di differenze ce ne sono )


Mai nemmeno viste le han mandate in italia? Cmq ci penso e vedo se mi viene qualche idea da usare come riempitivo.
PMEmail Poster
Top
 
-TK-
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 19:17
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



Cmq, un altro paio di pensieri sparsi.

- Che il soggetto non sia originalissimo è perfettamente normale: Fosse facile avere idee originale non pagherebbero bene la gente che le ha.

- Costruire tutta la serie sul "potere" del protagonista e poi rivelare alla fine che il tutto era una messa in scena è un po' sleale per me (parlo solo dal mio punto di vista, che è quello di un lettore e spettatore occasionale). Anche se forse si potrebbe costruire ed usare come riempitivo il fatto che il protagonista riscontra qualche "baco" nel programma che gli sta influenzando la mente "penso a qualche cosa di stupida ed irrilevante all'inizio... come in quel film di Jim Carrey... non ricordo il nome ma lui alla fine era tipo filmato tutto il tempo).

- Gli inglesi hanno serie televisive? Non passano il tempo a bere te e a parlare con un accento buffo?

- Se è previsto che il personaggio abbia questa capacità dalla nascita come diavolo puo' essere stato messo li per essere addestrato?

Pensavo... mantenendo lo stesso concetto e la ripetitività della vita del personaggio principale ecco cosa mi è venuto in mente, che potrebbe essere una cazzata:

- Facciamo svegliare il personaggio ogni mattina in un mondo in cui ci sono alcuni punti fissi (persone ricorrenti, qualche luogo, a volte il lavoro, a volte no) ma invece di lasciarlo all'oscuro di ogni cosa si potrebbe fare in modo che in realtà lui qualche indizio ce l'ha. Perchè per esempio non gli facciamo avere sul comodino ogni mattina un "copione" che spieghi quale è il suo ruolo nella "dimensione" nel quale si è svegliato?

Penso che la solitudine provata dal protagonista sarebbe cmq la stessa, ma darebbe al tutto una sorta di direzione (nel senso che dai qualche indizio che in effetti il protagonista non ha proprio un potere o una capacità, ma che il suo cambio giornaliero è dipeso da qualcosa d'altro). Lui potrebbe perfettamente non sapere come mai gli succede quello che gli succede... per lui è così da parecchio, o dalla nascita se riusciamo a incastrare il tutto.

A questo punto al risveglio a fine serie si potrebbe rivelare che la macchina in cui era inserito il protagonista serviva a prepararlo come spia o agente segreto da inviare in diversi periodi storici.

Addirittura, ma penso cambierebbe un po' il tono della serie la macchina potrebbe essere una sorta di "generatore" di ambientazioni da usare nei film. I personaggi no nsanno che stanno recitando ma in effetti lo fanno. Questo potrebbe permettere di occupare le puntate esplorando un po' i diversi generi cinematografici, dalla stporiella d'amore agli slasher film...

Boh... solo un po' di brainstoming per vedere se salta fuori qualche cosa... e per riempir eun po' di spazio.
PMEmail Poster
Top
 
isametal88
Inviato il: Mercoledì, 29-Ott-2008, 23:03
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



lo sapevo che potevi tirar fuori qualcosa di forte....
ti rispondo punto per punto
1) ovvio
2) hai perfettamente ragione... bisogna pensarci su (p.s.: quel film era "The Truman Show", splendido e terrificante)
3) dovresti vedere doctor who.... la serie di fantascienza più lunga della storia che ha recentemente avuto un reboot.. splendida... oppure no heroics che parla di un bar frequentato da supereroi maniaci sessuali e alcolizzati (ho visto solo il pilota ma la recupererò)
4) l'idea del "copione" mi piace parecchio... e in effetti renderebbe la cosa più intrigante

l'idea della spia mandata nei periodi storici è esattament quello a cui avevo pensato... ma non l'ho scritto...

però non ho capito cosa intendi con la macchina generatrice di ambientazioni...
PMEmail Poster
Top
 
-TK-
Inviato il: Giovedì, 30-Ott-2008, 01:13
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



Non hai pero' risposto alla domanda piu' importante, mi autocito:

QUOTE
Gli inglesi hanno serie televisive? Non passano il tempo a bere te e a parlare con un accento buffo?


Riguardo il generatore di ambientazioni ero un po' di fretta e quindi non mi sono spiegato gran che bene. Vediamo se alle 2 di notte mi riesce qualcosa di meglio:

- Il concetto sarebbe che in un futuro relativamente lontano i film si siano sviluppati fino a non essere altro che un prodotto confezionato a seconda del consumatore: I registi ormai non fanno che firmare il copione per far comparire il loro nome e gli attori rimangono intrappolati in ruoli sempre uguali.

A questo punto qualcuno ha un'idea... proponiamo un prodotto nel quale sia lo spettatore ad essere il protagonista. Si attacca uno spinotto o quello che è e diventa protagonista di un film d'azione o quant'altro.

Il problema quale sarebbe? Quello di fornire un numero adeguato di comparse realistiche (il protagonista deve interagirci) con cui popolare questo mondo nel quale il cliente si muove.

Cosa fare? Beh... la soluzione scelta per cui in questo futuro ipotetico è quella di clonare un grosso numero di persone e inserirle in queste macchine che le obbligano ogni giorno ad impersonare un personaggio diverso di un mondo diverso ad uso e consumo del cliente/attore.

Il protagonista sarebbe una di queste comparse: Incontra sempre le stesse persone perchè quelle sono le altre "comparse".

Mmm sembrava piu' semplice quando ci ho pensato qualche ora fa... vabbè.
PMEmail Poster
Top
 
isametal88
Inviato il: Giovedì, 30-Ott-2008, 08:46
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



la risposta alla domanda era il punto 3...

cmq la tua idea non mi dispiace proprio... e la compllicherei un pò facendo si che i film diventino uno strumento di controllo da parte di non so chi... cosa che tra l'altro ci fornirebbe l'occasione per infilarci delle metafore niente male...
PMEmail Poster
Top
 
-TK-
Inviato il: Giovedì, 30-Ott-2008, 09:52
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



Cioè... in Doctor Who bevono te e parlano ocn l'accento inglese? Devo proprio vederlo questo telefilm...

Una cosa interessante della situazione sarebbe che in fondo il protagonista non è altro che uno dei tanti che fa questo "lavoro", per cui se a fine serie si risveglia nessuno avrà problemi a sostituirlo. Sfuggendo in questo modo i vari cliche dell'uomo in fuga.

Potremmo perfino fare in modo che lui decida di tornare ad essere un pezzo del mondo mutevole che la macchina gli propinava ogni giorno. O perlomeno paventarlo... il classico binomio Libertà/Sicurezza.

In realtà pero' mi sembra che questo potrebbe cambiare un po' il tono della serie... il continuo cambio di ambientazione della macchina penso si presti piuttosto male al tono serio a cui stavamo pensando prima...
PMEmail Poster
Top
 
isametal88
Inviato il: Giovedì, 30-Ott-2008, 11:25
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



non mi ricordo se bevono tè, ma l'accento buffo c'è.. e dovresti vedere primeval...

cmq...

non ho capito bene cosa intendi nell'inizio del tuo post...

riguardo allo stravolgimento della serie... beh chi se ne frega, è nostra e possiamo fare quello che ci pare... ed è per questo che come ho spiegato nella descrizione del progetto, la sceneggiatura deve essere iniziata solo quando il piano della serie è completato..

cmq sinceramente avevo pensato alla serie come una serie mezza comica, e certamente ciò su cui stiamo lavorando adesso mal si adatta a questo tipo di serie... dunque lavoraimo su qualcosa di serio, cosa che preferisco cmq...

bisogna lavorarci su... lo spirito è quello giusto!
PMEmail Poster
Top
 
-TK-
Inviato il: Lunedì, 03-Nov-2008, 20:41
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



All'inizio del post intendevo dire che se eventualmente il nostro uomo si risvegliasse in questo futuro e riuscisse a liberarsi, nessuno tenterebbe di inseguirlo o di ricatturarlo... semplicemente è molto piu' comodo crearne un altro. In un ipotetico finale della serie sarebbe lui a dover riuscire a tornare nella macchinache gli ha fornito la vita come lui la conosce.

Era solo una osservazione sulle possibilità di finale che la serie ci dava.

Continuando a gingillarsi con una idea di questo tipo prova a dirmi cosa ne pensi di questa:

- E se il nostro uomo fosse in addestramento per diventare una figura mitologica o religiosa nei tempi precedenti?

L'idea è di porre la domanda: Chi addestra angeli e diavoli?

Potremmo mantenere la stessa idea del copione, e fare in modo che tutto questo affare di essere rinchiuso nel ciclo di ripetizione dei giorni sia una speciedi selezione per decidere se il protagonista dovrà diventare un angelo o un diavolo.

Il copione contiene istruzioni su una persona in difficoltà o alle soglie di una decisione importante: se il protagonista supra il dolore della sua condizione e sceglie di fare dell'aiuto alle persone in difficoltà il suo motivo di vita potrebbe diventare un angelo, se sceglie di sfogare la sua frustrazione e fare del male chiaramente un divaolo tentatore e maligno.

Penso che fare in modo che angeli e diavoli non risultino essere niente altro che uno dei sistemi con cui una società futuristica controlla che la sua linea storica sia preservata possa anche presentare alcune valutazioni morali non indifferenti.
PMEmail Poster
Top
 
isametal88
Inviato il: Lunedì, 03-Nov-2008, 23:13
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



mi piace tantissimo... adesso sono un pò fuso... ma doma mi metto a pensare a qualcosina, e soprattutto a tirare le somme...

p.s.: complimente per il torneo!!
PMEmail Poster
Top
 
-TK-
Inviato il: Giovedì, 06-Nov-2008, 13:50
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 15
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 28-Ott-2008



Grazie... :D

Il prossimo passo quale è del processo di creazione quale è? Definire meglio i personaggi principali?

Come cosa è divertente, certo sarebbe meglio se avessimo qualche persona in piu' a buttare idee nel mucchio.
PMEmail Poster
Top
 
isametal88
Inviato il: Giovedì, 06-Nov-2008, 17:33
Quote Post


Administrator
**

Gruppo: Admin
Messaggi: 20
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 13-Ott-2008



hai ragione... la mia idea era che il team fosse un pò più numeroso...
cmq appena ho un pò di tempo (domani pomeriggio, stase sono un pò tirato) tiro le somme e vediamo cosa fare...
per ora putroppo sei il solo che sta dando corda al progetto... speriamo che qualcuno si aggiunga...
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.8729 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]

GetSkinned.co.uk